»

Noi crediamo che

Noi crediamo nell’importanza di una alimentazione sana, con prodotti che mantengano inalterato l’equilibrio tra sali minerali, vitamine e proteine, che non abbiano residui di pesticidi e che siano qualitativamente migliori.
La scelta nasce dall’interesse a tutelare la salute dell’uomo, gravemente compromessa dall’assunzione di cibi spesso realizzati attraverso modificazioni genetiche, carenti di valori nutrizionali e contenenti veleni e ed agenti chimici nocivi.
La scelta nasce, altresì, dall’interesse a salvaguardare l’ambiente compromesso dalle tecniche agronomiche adottate dall’agricoltura convenzionale, responsabili del depauperamento del terreno e dell’inquinamento.
La politica della produzione intensiva ha comportato, infatti, l’assunzione di fitofarmaci e concimi sintetici prodotti dall’industria chimica, che fertilizzano il terreno, regolano la crescita delle piante, le difendono dagli attacchi dei parassiti ed aiutano a preservare il prodotto anche dopo il raccolto.
Il risultato dell’uso di detti prodotti chimici è una produzione superiore alle risorse del terreno, ma povera di qualità organolettiche e nutrizionali, con alimenti esteticamente perfetti perché di grandi dimensioni, lucidi e tristemente tutti uguali.
Sono questi prodotti che causano danni alla salute dell’uomo ed all’ambiente, considerato che i residui dei fitofarmaci si trovano nei prodotti agricoli, nel terreno e nelle falde freatiche ; i fertilizzanti determinano il depauperamento del terreno e le concimazioni chimiche alterano la qualità nutrizionali dei prodotti.
I prodotti derivanti da agricoltura biologica, invece, vengono coltivati con metodologie naturali che non fanno ricorso a pesticidi ed additivi chimici nocivi alla salute dell’uomo ed altamente inquinanti.
Le metodologie di coltivazione biologica conservano inalterate le caratteristiche fisico-biochimiche del terreno, la presenza di humus e l’attività batterica dei microrganismi, in modo da permettere alle piante l’assorbimento e l’utilizzazione degli elementi organolettici.
L’alimentazione biologica è una alimentazione sana principalmente perché è priva di veleni.
Il prodotto biologico nutre in maniera completa, poiché apporta gli elementi nutrizionali essenziali, non alterati chimicamente, preservando dal rischio di carenze nutrizionali.
L’alimento biologico è, inoltre, privo di conservanti e coloranti e viene portato al consumatore finale così come prodotto in natura, anche se esteticamente non risponde a tutti i requisiti dettati dal mercato convenzionale.
L’assenza di sostanze conservanti (eccezione fatta per quelle di origine naturale) comporta la necessità di consumare i prodotti in tempi non troppo lunghi, determinando uno stretto collegamento con la stagionalità.
Attualmente siamo abituati a consumare qualsiasi prodotto durante tutto l’anno, senza neppure ricordare la stagionalità di ciascun alimento.
Il mercato, interessato ad un consumismo smodato, ci ha abituati ha reperire ciascun alimento nell’arco dei 12 mesi, inducendoci perfino a ritenere normale consumare un’anguria a Natale ! !
Occorrerebbe soffermarsi a riflettere sulle tecniche di coltivazione e di conservazione necessarie per produrre un alimento fuori stagione…..
L’alimentazione biologica rispetta la stagionalità e riporta il consumatore ad un importante attenzione all’alternarsi delle stagioni ed alla consumazione solamente dei prodotti stagionali.
Il rispetto della stagionalità è a totale beneficio della qualità, del gusto e del sapore degli alimenti prodotti naturalmente.
Consumare una frutto o una verdura di stagione consente di gustare quel sapore di una volta, quando una zucchina sapeva solo di zucchina ed aveva un sapore tutto proprio, inconfondibile con qualunque altro alimento.
Oggi, purtroppo, non sempre si riesce a distinguere il sapore di una albicocca dal sapore di una pera !