Storia dell’azienda

La fattoria Vallesi ha iniziato la propria attività nei primi anni del 1900 e si è tramandata fino ad oggi di padre in figlio.
L’attività agricola ebbe inizio con Vallesi Giuseppe Antonio il quale si insediò, con la propria numerosa famiglia, su un fondo sito in Smerillo (FM), in virtù di un contratto di mezzadria stipulato con l’allora Curia Vescovile di Fermo.
L’attività fu svolta con profitto per molti anni, utilizzando le rudimentali pratiche agronomiche disponibili all’epoca, grazie alla collaborazione fattiva di tutta la famiglia Vallesi, che contemplava una sagace ripartizione dei ruoli ed una concreta partecipazione di ciascun componente alla gestione dell’azienda.
Negli anni ’70 il figlio Gino, proseguendo meritevolmente l’attività intrapresa dal padre e facendosi garante di quell’unità della famiglia che aveva consentito il successo dell’impresa, riuscì a divenire proprietario esclusivo del fondo coltivato.
L’azienda è attualmente condotta dal nipote Antonio il quale ha mantenuto le tradizioni familiari ed approfondito le conoscenze agronomiche, conseguendo una laurea in Scienze Agrarie.
L’attività produttiva oggi viene esercitata con tecniche di coltivazione biologiche, in conformità al Reg.CE 2092/91, controllata e certificata dall’organismo di controllo “Suolo e Salute S.r.l.”
La storia della fattoria Vallesi, seppure appare di scarsa rilevanza sotto il profilo prettamente storico-nozionistico, rivela in verità una sana passione per la terra, tramandata per generazioni, che le attribuisce un valore che va ben oltre gli interessi economici e materialistici.
L’attività agronomica esercitata dall’azienda Vallesi determina, proprio per la sua consequenzialità con la tradizione contadina, l’uso razionale del suolo e la salvaguardia del territorio, nonché pur se nel suo piccolo contesto, un importante contributo allo sviluppo eco-compatibile.